A cosa serve la scheda tecnica di una apparecchiatura se poi non capiamo le differenze?

La scheda tecnica di un qualsiasi prodotto serve al cliente per capire quali sono le caratteristiche di base dichiarate dall’azienda produttrice. I dati tecnici devono (o dovrebbero) essere fedeli alla realtà e attestano come un prodotto è stato costruito e cosa ci si deve aspettare a livello prestazionale. Oggi non ci occupiamo delle apparecchiature invasive o da sala operatoria ma solo di tecnologie transdermiche ad uso Medico estetico, purtroppo ogni settimana raccogliamo testimonianze sconcertanti e vogliamo porre l’accento su un problema che ricade sempre sulla qualità del lavoro di tutti e questo non ci piace. Nel caso di un Elettromedicale o di una apparecchiatura ad uso Medico le cose si fanno estremamente complicate soprattutto se l’apparecchiatura è di nuova produzione o addirittura innovativa. Nel caso di una innovazione ci si deve affidare solo al produttore o meglio ai suoi tecnici prima di metterci sopra le mani ed è presumibile (ma non certo) che la stessa sia stata testata a sufficienza prima di essere  prodotta e commercializzata. Problemi di altro tipo sorgono quando invece ci si trova davanti ad apparecchiature meno recenti e prodotte da qualche anno, in questo caso dovremmo tutti essere in grado di analizzare le differenze tecniche, quindi di prestazione e quindi di costo tralasciando ulteriori caratteristiche quali affidabilità, sicurezza e altro che ora non siamo interessati ad approfondire. Tornando alla scheda, sappiamo che alcuni dati sono di difficile comprensione ma se siete interessati ad investire in maniera ottimale il vostro denaro e soprattutto non perdere l’immagine e la credibilità che vi siete conquistati in anni di lavoro e sacrifici, diventa di fondamentale importanza dedicare il tempo necessario purtroppo su questo argomento incontriamo molti clienti totalmente disorientati, disinformati ed altamente a rischio. E’ incredibile vedere il cliente (quasi sempre Medico) non comprendere le differenze tecniche dichiarate, spesso fare confusione ed invertire i parametri. Il venditore o l’azienda consapevoli (forse no ma nel caso sarebbe ancora peggio)  di avergli rifilargli un prodotto scadente, unico nelle loro modeste disponibilità ma sapientemente supportato da un Marketing spesso straordinario quanto mendace e omissivo. Questi avventati acquisti portano il medico ad avere una apparecchiatura o un prodotto scadente non sufficientemente efficace con notevoli perdite di denaro a brevissimo termine, di reddito a medio termine e di immagine a lungo termine quando ormai è troppo tardi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *