La radiofrequenza monopolare

LA RADIOFREQUENZA NEGLI ISTITUTI DI BELLEZZA

La prima cosa da sapere è che le apparecchiature utilizzate nei centri estetici non possono avere le stesse caratteristiche di quelle Mediche a causa del decreto N.110 del maggio 2011 che ne riduce ulteriormente l’efficacia. L’errore più frequente che fanno gli operatori nel tentativo di riconoscere un prodotto di qualità è quello della prova, ma si è visto che anche con apparecchiature di basso livello, una piccola dimostrazione può dare l’illusione di un buon risultato ma non la certezza di un miglioramento strutturale e duraturo nel tempo. La vera prova di ogni Tecnologia dura dai 6 ai 12 mesi, in questo caso si può valutare con serietà e su un numero sufficiente di singoli casi trattati quanto l’inestetismo è stato ridotto e quanto tempo dura il risultato, è solo in questo modo che potremo sapere se l’investimento sarà remunerativo per operatori ed utenti, non ci sono altre strade da percorrere. La fretta non porta buoni consigli, non acquistate MAI una tecnologia perché l’avete provata una o più volte ma cercate di tenerla almeno 6 mesi e di usarla il più possibile, è per questo che siamo contrari agli “Open Day” (non firmate nessun contratto che non sia possibile rescindere DAVVERO), sono troppo commerciali e poco professionali. Altro errore è quello di volere il risultato troppo rapidamente e questo aumenta le possibilità di rimanere “raggirati”. Le estetiste invece, si affidano normalmente ai venditori di zona o alle solite aziende fidelizzate in quanto da sole non sono in grado e non hanno il tempo di scegliere e confrontare un valido prodotto, sono quasi obbligate a fidarsi dei loro fornitori abituali sino a quando si rendono conto che il mercato offre molto di meglio a molto di meno. I fornitori abituali conoscono perfettamente la loro vittima sacrificale e mettono in campo ogni strumento efficace per “ingabbiarla”. Le estetiste si accorgono sempre troppo tardi di aver speso troppo, di non pensare mai alla manutenzione, alla velocità di ammortamento e di non fare mai dei confronti o dei paragoni ma si fidano solo della famigerata prova infatti non esiste estetista che non abbia alle spalle una o più fregature. Il fornitore o agente abituale è spesso il loro peggior nemico, spesso gli rifila tecnologie improbabili proposte come alternativa. Anche l’utente finale ne paga le conseguenze, si fida dell’operatore ma viene inevitabilmente coinvolto nella fregatura.

Young woman holding and pinching cellulite on her leg

Radiored è la più potente radiofrequenza in estetica per trattamenti corpo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *